Fiorentina, si parte!

. . Nessun commento:
La Fiorentina è l'ultima società di Serie A ad andare in ritiro e lo farà nella rinomata località di Cortina d'Ampezzo. Si comincia dunque a parlare di schemi, amichevoli, partitelle e quant'altro. La società gigliata sul mercato ha effettutato operazioni "giuste", cioè con lo scopo di rimpolpare il famoso budget a "zero euri" e dunque la cessione a 20,5 milioni più Marchionni per il centrocampista verdeoro Felipe Melo rientra in questa ottica di mercato. In entrata, oltre al già citato Marchionni, sono arrivati Cesare Natali, a titolo definitivo dal Torino (2 mln), Maxwell Acosty, giovane attaccante classe '91 dalla Reggiana (1 mln), Francesco Di Tacchio, dall'Ascoli in comproprietà (2 mln), e il giovane portiere classe '91 Tommaso Scuffia, proveniente dalla Maceratese.
Il ds viola Corvino ha quindi 17 milioni da spendere per comprare un terzino destro, il vice-Gilardino, un centrocampista d'interdizione; i nomi fatti sono numerosi, ma le piste più interessanti sono quelle che portano allo svizzero Dzemaili e al romanista Brighi.
Dopo questo excursus di mercato ecco i convocati per il ritiro di Cortina, dal 16 al 26 luglio:

PORTIERI: SECULIN - FREY - AVRAMOV - SCUFFIA
MARCATORI:
DA COSTA - DAINELLI - GAMBERINI - KROLDRUP - NATALI - TAGLIANI
ESTERNI DIFENSIVI: COMOTTO - GOBBI - JORGENSEN - PASQUAL
CENTROCAMPISTI CENTRALI:
DONADEL - GULAN - KUZMANOVIC - MONTOLIVO - AGIEY - DI TACCHIO
ESTERNI OFFENSIVI MARCHIONNI - SANTANA - SEMIOLI - VARGAS
ATTACCANTI: GILARDINO -
JOVETIC - MUTU - PAPA WAIGO - JEFFERSON - MARITATO -BABACAR - DI CARMINE


Per quanto riguarda i portieri, Frey è il titolare inamovibile e dietro di lui ci sono il quasi trentenne Avramov e due giovani di buone prospettive, ossia Scuffia e Seculin, che ha già esordito in Under21.
La difesa, ha detta dei più, deve sempre essere rinforzata, ma da tre anni è fra le migliori del campionato; detto ciò, è più che certa la partenza di Da Costa, che rientrerà in alcune operazioni, e del giovane Tagliani, il cui prestito in Lega Pro o Serie B è diventato quasi necessario per valutarne il reale valore.
A destra manca qualcosa, perchè Jorgensen (sempre sia lodato) non è eterno e dunque servirebbe una riserva un pò più giovane , che vada anche ad insidiare il posto da titolare di Comotto; il giocatore più adatto sarebbe De Silvestri.
A centrocampo è partito Felipe Melo, Gulan dovrebbe tornare in prestito, Agiey giocherà in Primavera, così come Di Tacchio, rimangono quindi Donadel, Kuzmanovic e Montolivo, che sono incedibili. Arriverà un rinforzo (Brighi, Dzemaili, Zapater, Fernando), ma nel caso in cui ciò non accadesse l'operazione più adeguata sarebbe promuovere Di Tacchio come 4^ scelta a centrocampo.
Sugli esterni è certa la partenza di uno fra Santana e Semioli, con quest'ultimo che è molto ricercato dalla Sampdoria, mentre l'argentino potrebbe essere usato come pedina di scambio nell'affare-Brighi. Per Vargas e il neo-arrivato Marchionni è improbabile una cessione.
In attacco grandi movimenti, anche se di tono minore. Partirà sicuramente Papa Waigo definitivamente, Jefferson dovrebbe andare a farsi le ossa in Serie B, così come Di Carmine, Maritato verrà prestato in Lega Pro e il giovanissimo Babacar andrà a comporre l'attacco della Primavera con Iemmello e Carraro. Rimangono quindi Mutu, Gilardino e Jovetic. Anche qui vale lo stesso discorso fatto per il centrocampo: se non dovesse arrivare un vice-Gila, spazio ad un giovane, con Di Carmine che sarebbe il più adatto sotto vari aspetti.
A questo punto la rosa in linea di massima c'è, tocca a Corvino rinforzarla, ma, soprattutto, a Prandelli farla giocare per raggiungere gli obiettivi stagionali.

Nessun commento:

Posta un commento

Cantera Social