Giornate Viola

. . Nessun commento:
In casa Viola la tranquillità è un optional. Dopo il botta e risposta tra Diego Della Valle e Prandelli, ieri è andata in scena un'altra puntata di quella che poteva diventare la nuova telenovela calcistica, ma che fortunatamente si p chiusa con due comunicati, a poca distanza l'uno dall'altro.
Il primo riguarda Diego Della Valle, che lascia la carica di presidente onorario e si disimpegna dal CdA della Fiorentina, lasciando tutto in mano al fratello Andrea, mentre il secondo comunicato riguarda Cesare Prandelli, che comunica di rimanere fino alla scadenza del contratto, spengendo quindi le voci che lo volevano allenatore della Juvnetus a giugno.
Ecco i due comunicati:

“Scrivo a tutti quelli che vogliono bene alla Fiorentina per comunicare che da oggi non sarò più il Patron della Società. La sottile strumentalizzazione che in questo periodo qualcuno ha tentato di fare nei confronti della Società, contrapponendola ai suoi tifosi, ha superato ogni livello di tollerabilità e qualunque cambiamento di comportamento per il futuro non ne modificherebbe comunque la gravità. Vedere la Società messa da molti sul banco degli imputati senza aver commesso nulla se non difendere con forza i valori e la dignità della maglia viola non è per me accettabile e soprattutto non è giusto. Ai tifosi veri dico di tenere gli occhi aperti e di non farsi usare da chi vuole destabilizzare i rapporti tra la società e i suoi sostenitori; state vicini a questa dirigenza che ha dato e darà il massimo per cercare di farvi sognare ancora di più, e fate in modo che mio fratello Andrea rimanga vicino alla Società con tutta la passione che ha e che ha sempre dimostrato. Pochi come lui sanno dosare cuore e capacità gestionali necessarie per guidare una Società di calcio importante come la Fiorentina. Voi tutti, tifosi veri, continuate a sostenere questi ragazzi che vanno in campo perché sono un gruppo fantastico e generoso e difendete sempre e solo i valori della maglia viola”. Diego Della Valle

"Cesare Prandelli comunica la sua intenzione di rimanere a Firenze senza dubbi e perplessità, rispettando così il contratto che lo lega alla società viola."

Nessun commento:

Posta un commento

Cantera Social