Fiorentina al via tra molti dubbi e poche certezze

. . Nessun commento:
Oggi comincia ufficialmente il ritiro estivo della Fiorentina 2011/12. Se allenatore e staff tecnico sono stati confermati, nonostante qualche sirena di mercato (Inter per Mihajlovic, Brescia per il suo vice Marcolin), è la rosa a disposizione di Sinisa Mihajlovic a destare le maggiori preoccupazioni. Ecco la truppa che partirà alla volta di Cortina d'Ampezzo:

PORTIERI: Boruc, Frey, Lezzerini, Neto, Seculin
DIFENSORI CENTRALI: Camporese, Felipe, Gamberini, Kroldrup, Nastasic, Natali
DIFENSORI ESTERNI: De Silvestri, Gulan, Pasqual, Piccini, Romulo
CENTROCAMPISTI: Agyei, Behrami, Montolivo, Romizi, Salifu, Vargas
ESTERNI OFFENSIVI: Acosty, Cerci, Jovetic, Ljajic, Matos, Marchionni, Papa Waigo
ATTACCANTI: Babacar, Gilardino, Iemmello, Seferovic

Molti Primavera (ben dodici), Vargas che raggiungerà il gruppo a fine Coppa America, molti big sul piede di partenza e pochi nomi certi (due su tutti: Behrami e Jovetic). Finora il mercato gigliato è stato all'insegna delle cessioni, a partire dai quattro in scadenza di contratto Donadel, Santana (passati entrambi al Napoli), Comotto (al Cesena) e Avramov, fino ad arrivare a Mutu (ceduto a parametro zero al Cesena) e D'Agostino (non riscattato alle buste e quindi rientrato all'Udinese, che l'ha girato in comproprietà al Siena) e ai tanti giovani mandati a farsi le ossa in giro per l'Italia (il gioiellino Carraro al Modena, Taddei e Bagnai alla Carrarese, Savio e Di Tacchio alla Juve Stabia, Masi al Bari, Fatticcioni e Cenciarelli al Campobasso, Tafi al Borgo a Buggiano). Per quanto riguarda gli acquisti si registrano le acquisizioni di Romulo, un terzino brasiliano tutto da scoprire (qui la sua scheda), Nastasic, già bloccato da tempo, e Rozzio, che però non partirà per Cortina e verrà ceduto in Lega Pro.
Andiamo dunque ad analizzare reparto per reparto gli uomini a disposizione di mister Mihajlovic.

PORTIERI - Partono in cinque, ma a Firenze rimarranno soltanto in due, forse tre: Neto, Lezzerini (che si giocherà il posto in Primavera) e forse uno tra Frey e Boruc. Il titolare per la prossima stagione, ascoltando le dichiarazioni del ds Corvino e di Mihajlovic, sarà il giovane brasiliano Norberto Murara Neto, che quindi relegherà al ruolo di secondo o il francese Frey, o il polacco Boruc, oppure nessuno dei due. Frey ha più volte chiesto rispetto dalla società ed è difficile che accetti facilmente di essere la riserva di un ragazzino; Boruc, invece, preferisce il calcio britannico a quello italiano e potrebbe tornare presto nella terra d'Albione, dove ci sono alcune squadre di Premier che lo cercano. Detto che Lezzerini, classe '95 che nei giorni scorsi ha rifiutato un'offerta del Manchester United per rimanere a Firenze, sarà uno dei portieri della Primavera, l'ultimo dei cinque portieri in ritiro, cioè Andrea Seculin, è partito e resterà in gruppo fino a quando Corvino troverà la squadra adatta per farlo crescere (si parla di Juve Stabia). Probabilità di permanenza: Neto 100%, Frey 60%, Boruc 50%.

DIFENSORI CENTRALI - Confermato il pacchetto dei centrali della stagione scorsa (Gamberini, Kroldrup, Natali), aggregato stabilmente la rivelazione Camporese, rientrato Felipe dal deludente prestito a Cesena, è arrivato anche il gioiellino serbo Matija Nastasic, 18 anni e tanta voglia di stupire. I difensori centrali abbondano, visto che sono sei per due posti da titolare, quindi è normale che due di loro lascino Firenze prima della chiusura del calciomercato. I maggiori indiziati sono Felipe, costato 9 milioni un anno e mezzo fa e che ha collezionato solo prestazioni insufficienti, e uno tra Kroldrup e Natali, entrambi 32enni e sulla via del tramonto. La coppia centrale titolare, salvo sorprese, dovrebbe essere composta da Alessandro Gamberini e Michele Camporese, con alle loro spalle Nastasic e uno tra Kroldrup, Natali e Felipe. Probabilità di permanenza: Gamberini 100%, Camporese 100%, Nastasic 100%, Kroldrup 70%, Natali 60%, Felipe 40%.

DIFENSORI ESTERNI - In questo settore è arrivato uno degli acquisti estivi, ovvero il brasiliano Romulo. Oggetto misterioso per molti, il suo nome non era mai uscito sui giornali fino all'ufficialità del suo acquisto. Un colpo a sorpresa di Corvino che si spera possa fare bene. Romulo è un terzino destro che gioca anche a sinistra, quindi può essere un'alternativa sia a De Silvestri, che a Pasqual. In ritiro ci sono anche Nikola Gulan, confermato ma in partenza (l'Empoli è sulle sue tracce), e Cristiano Piccini, una delle rivelazioni della Primavera, e proprio uno di loro due completerà con ogni probabilità il pacchetto dei terzini, anche se non è da escludere che partano entrambi. Probabilità di permanenza: Romulo 100%, Pasqual 100%, De Silvestri 95%, Piccini 65%, Gulan 40%.

CENTROCAMPISTI - Veniamo alle note dolenti. A Cortina vanno Montolivo, Vargas, Behrami, Salifu, Romizi e Agyei: sei giocatori, perfetti per il centrocampo a tre di Mihajlovic. Troppi dubbi e incertezze aleggiano su alcuni di questi nomi. Innanzitutto Montolivo, che ha deciso di non rinnovare e quindi già dal prossimo gennaio potrà firmare un contratto con un altro club; la soluzione sarebbe cederlo in questa sessione per fare monetizzare, ma questo scenario è da prendere in considerazione negli ultimi di giorni di calciomercato, quando probabilmente qualche club offrirà 7/8 milioni e la Fiorentina accetterà l'offerta per non perderlo a parametro zero. Altro dubbio è Vargas, che a parole dichiara amore a Firenze e alla Fiorentina, ma che Corvino vorrebbe utilizzare per racimolare una decina di milioni per fare nuovi acquisti. Behrami è l'unico sicuro della conferma, così come Salifu, che sembra essere entrato nelle grazie di Mihajlovic e potrebbe restare. Romizi e Agyei sono le novità, ma è difficile che restino per motivi diversi (Romizi ha richieste in Serie B, Agyei potrebbe andare in prestito a fare esperienza), anche se non sono da escludere sorprese. Probabilità di permanenza: Behrami 100%, Salifu 100%, Montolivo 50%, Vargas 40%, Romizi 40%, Agyei 30%.

ESTERNI OFFENSIVI - Sette giocatori, quattro posti in rosa, due maglie da titolare: questa è la situazione per quanto riguarda gli esterni offensivi. Se Stevan Jovetic è sicuro del posto da titolare, gli altri tre posti se li contenderanno ben sei giocatori, a partire da Alessio Cerci, personaggio amato-odiato e al centro di una trattativa con il Manchester City poi naufragata, passando da Adem Ljajic, che da terza scelta si è ritrovato a guidare la squadra finendo poi nel tritacarne e infine ai margini, e arrivando al redivivo Marchionni, al rientrato Papa Waigo e ai Primavera Matos e Acosty. Probabilità di permanenza: Jovetic 100%, Ljajic 95%, Cerci 80%, Marchionni 60%, Acosty 60%, Matos 30%, Papa Waigo 10%.

ATTACCANTI - Un grande nome e tre giovani di belle speranze. Questo, ad oggi, è il parco attaccanti della Fiorentina. Gilardino, titolare inamovibile ma non più incedibile, anche se il centravanti ha dichiarato di voler continuare l'avventura in maglia viola. Dietro di lui tre promesse con alle spalle diverse stagioni: Babacar, che ha giocato molto poco e ha segnato un solo gol, Iemmello, più di venti gol con la Primavera, e Seferovic, pagato 2,1 milioni la scorsa stagione e ha vissuto tutta la stagione all'ombra di Iemmello. Due di questi tre, se non tutti e tre, andranno in prestito a farsi le ossa, visto che hanno varie offerte (Bari per Babacar, squadre svizzere per Seferovic, squadre di B per Iemmello). Probabilità di permanenza: Gilardino 75%, Babacar 50%, Seferovic 40%, Iemmello 20%.

Ad oggi, con questi uomini la Fiorentina giocherebbe così:

Nessun commento:

Posta un commento

Cantera Social