Champions: cuore Milan, illusione Napoli, tracollo Inter

. . Nessun commento:
La prima giornata di Champions League se n'è andata e ha portato con sé conferme e sorprese, anche incredibili. Andiamo con ordine, esaminando la situazione degli otto gironi, con tanto di risultati e classifiche.

Gruppo A
Manchester City - Napoli 1-1 (74' Kolarov; 69' Cavani)
Villarreal - Bayern Monaco 0-2 (7' Kroos, 76' Rafinha)
Classifica: Bayern Monaco 3, Manchester City 1, Napoli 1, Villarreal 0

Il Napoli torna nell'Europa che conta dopo ventuno anni e riesce a mettere in difficoltà una delle mine vaganti del torneo, cioè il City guidato da Mancini. Tre traverse, due per il City (Yaya Tourè e Aguero) e una per il Napoli (Lavezzi), un gol salvato dalla linea da Kompany, e due reti, una per parte: apre le marcature Cavani, che segna su assist di Maggio, pareggia i conti cinque minuti più tardi Kolarov su calcio di punizione. Nell'altra partita, il Bayern domina e sconfigge a domicilio il Villarreal con reti di Kroos (anche un palo per lui) e un gran gol di Rafinha.

Gruppo B
Lille - Cska Mosca 2-2 (44' Sow, 57' Pedretti; 72', 90' Doumbia)
Inter - Trabzonspor 0-1 (76' Celustka)
Classifica: Trabzonspor 3, Cska Mosca 1, Lille 1, Inter 0

Una volta era "clamoroso al Cibali", da ieri sera è "clamoroso a San Siro". Il Trabzonspor, squadra turca all'esordio in Champions League, espugna il Meazza con un gol nel finale dell'ex Palermo Celustka; i nerazzurri di Gasperini continuano il trend negativo dopo le sconfitte in Supercoppa contro il Milan e in campionato contro il Palermo. Sempre più in bilico la posizione del tecnico, già in preavviso Delio Rossi, Ranieri e Fabio Capello. Il Trabzonspor si ritrova a sorpresa in testa al girone anche in seguito al pareggio tra Lille e Cska Mosca. I francesi prima passano in vantaggio con Sow, abile a mettere in rete con un colpo di tacco sottomisura, e poi raddoppiano con Pedretti; i russi non si arrendono e nel finale con una doppietta dell'ivoriano Seydou Doumbia pareggiano i conti.

Gruppo C
Basilea - Otelul Galati 2-1 (39' F. Frei, 84' A. Frei rig.; 58' Pena)
Benfica - Manchester United 1-1 (24' Cardozo; 42' Giggs)
Classifica: Basilea 3, Benfica 1, Manchester United 1, Otelul Galati 0

Vita apparentemente facile per il Basilea, che vince di misura contro i rumeni dell'Otelul grazie ai gol dei due Frei: il giovane Fabian porta in vantaggio i suoi nel primo tempo, il veterano Alexander porta i tre punti a casa su calcio di rigore. Nel match del "da Luz" di Lisbona i padroni di casa del Benfica vanno in vantaggio col bomber Cardozo, ma prima dell'intervallo devono arrendersi all'eterno Ryan Giggs, che a più di 37 anni pareggia i conti diventando il calciatore più vecchio a segnare in Champions.

Gruppo D
Dinamo Zagabria - Real Madrid 0-1 (53' Di Maria)
Ajax - Lione 0-0
Classifica: Real Madrid 3, Ajax 1, Lione 1, Dinamo Zagabria 0

Il Real Madrid rispetta i pronostici e porta a casa i tre punti, senza esagerare. Basta un gol nella ripresa di Di Maria per avere la meglio della Dinamo Zagabria, cenerentola del girone. Nell'altra partita, pareggio a reti bianche fra Ajax e Lione, con entrambe le formazioni che sfiorano più volte il vantaggio, senza però riuscire a prevalere sull'avversario.

Gruppo E
Chelsea - Leverkusen 2-0 (67' David Luiz, 92' Mata)
Genk - Valencia 0-0
Classifica: Chelsea 3, Genk 1, Valencia 1, Leverkusen 0

Torres non segna? Ci pensano David Luiz e Mata a far vincere il Chelsea contro il Leverkusen, che si difende ordinatamente per più di un'ora, quando deve cedere di fronte al gol del difensore brasiliano; nel finale poi il folletto spagnolo Mata arrotonda il risultato per la gioia di Villas-Boas. Pareggio inaspettato, invece, fra Genk e Valencia, con gli spagnoli vicinissimi al gol del vantaggio con Banega, mentre i campioni di Belgio sfiorano il vantaggio con il gioiellino Vossen.

Gruppo F
Olympiacos - Marsiglia 0-1 (51' Lucho Gonzales)
Borussia Dortmund - Arsenal 1-1 (88' Perisic; 42' Van Persie)
Classifica: Marsiglia 3, Arsenal 1, Borussia Dortmund 1, Olympiacos 0

Al Marsiglia basta un gol di Lucho Gonzales per avere la meglio sull'Olympiacos, in una partita in cui i transalpini hanno meritato la vittoria. Pareggio tra Arsenal, "carnefice" dell'Udinese, e Borussia Dortmund, campione di Germania; inglesi avanti con capitan Van Persie, i gialloneri di Dortmund li riprendono a due minuti dalla fine con un gran gol del croato Perisic.

Gruppo G
Porto - Shakhtar Donetsk 2-1 (28' Hulk, 51' Kleber; 12' Luiz Adriano)
Apoel - Zenit 2-1 (73' Manduca, 75' Ailton; 63' Zyryanov)
Classifica: Porto 3, Apoel 3, Shakhtar Donetsk 0, Zenit 0

Una portoghese batte un'ucraina, ma a decidere la partita sono tre brasiliani. La portoghese è il Porto, l'ucraina è lo Shakhtar Donetsk, i brasiliani sono Luiz Adriano, Hulk e Kleber: il primo porta in vantaggio a sorpresa gli uomini di Lucescu, il secondo riporta in gara i suoi con un missile su punizione, il terzo segna sotto misura portando alla vittoria i portoghesi. L'altra big del girone, vale a dire lo Zenit degli italiani Spalletti e Criscito, stecca clamorosamente la prima, uscendo sconfitta dall'impegno in Cipro contro l'Apoel, che rimonta il gol di svantaggio e vince grazie ai gol di Manduca e Ailton.

Gruppo H
Barcelona - Milan 2-2 (36' Pedro, 50' Villa; 1' Pato, 92' Thiago Silva)
Viktoria Plzen - Bate Borisov 1-1 (46' Bakos; 69' Renan Bressan)
Classifica: Milan 1, Barcelona 1, Bate Borisov 1, Viktoria Plzen. 

Il calcio è strano. Vai in vantaggio dopo trenta secondi, inizi a difenderti contro una delle squadre più forti di sempre, subisci il pareggio nel primo tempo e vieni superato a inizio ripresa, ma nonostante tutto resti in partita e a pochi secondi dalla fine riesci a pareggiare, strappando un pareggio che vale come una vittoria. È questa la storia di Barcelona-Milan, dove i rossoneri segnano con Pato dopo trenta secondi, subiscono per una partita intera il gioco blaugrana passando anche in svantaggio, ma all'ultimo secondo con una zampata di Thiago Silva riescono ad uscire dal Camp Nou senza essere sconfitti, impresa non indifferente negli ultimi anni. Pareggio anche tra Viktoria Plzen e Bate Borisov, con i cechi che passano in vantaggio nel recupero del primo tempo con Bakos, per poi essere raggiunti da un gol di Bressan.

Nessun commento:

Posta un commento

Cantera Social