Serie A: è tornato Jovetic

. . Nessun commento:
Il tabellino

FIORENTINA – PARMA 3-0
FIORENTINA (4-3-3): Boruc 6; De Silvestri 6, Gamberini 6.5, Natali 6.5 (85’ Nastasic sv), Pasqual 6.5; Behrami 7, Montolivo 6.5, Vargas 6.5 (69’ Kharja 6); Cerci 6.5 (73’ Romulo 6), Silva 6, Jovetic 7.5. A disposizione: Neto, Cassani, Ljajic, Munari. All.: Mihajlovic 6.5
PARMA (4-4-1-1): Mirante 5.5; Zaccardo 5.5, Paletta 5.5, Lucarelli 5.5, Gobbi 6; Zè Eduardo 5.5, Jadid 5 (82’ Galloppa sv), Morrone 5.5 (73’ Blasi sv), Modesto 6 (66’ Crespo 5.5); Biabiany 6; Floccari 6. A disposizione: Pavarini, Santacroce, Feltscher, Rubin. All.: Colomba 5.5
Arbitro: Nicola Rizzoli 6.5
Marcatori: 46’ Jovetic, 61’ Cerci, 80’ Jovetic
Note: ammoniti Jadid (P), Zaccardo (P), Paletta (P), Biabiany (P); recupero 1‘ pt e 2’ st.

La partita

Primo tempo di noia totale, nel secondo arrivano i gol. Si inizia con i fischi per Montolivo, per poi finire con gli applausi per tutti, Montolivo compreso. È un po’ questa la storia di Fiorentina-Parma, una partita che sapeva già di riscatto per gli uomini di Mihajlovic, usciti letteralmente a pezzi dalla trasferta di Udine. Per tutti i novanta minuti esiste una sola squadra in campo, la Fiorentina, complice anche la pochezza disarmante di un Parma che deve trovare ancora la quadratura del cerchio. Già al decimo minuto Jovetic e Cerci facevano le prove per i gol che poi segneranno nel secondo, poco dopo Silva sbagliava il tap-in vincente da pochi metri, poi tanti tiri da fuori area, tutti parati o fuori misura. Mihajlovic non è contento dell’andamento della gara e nell’intervallo scuote i suoi. Le sue parole hanno l’effetto sperato, visto che non passa nemmeno un minuto che la Fiorentina sblocca il risultato: Vargas crossa dalla sinistra, la difesa parmense libera malamente e il pallone arriva così a Behrami che la rimette al centro per Jovetic appostato a centro area, il montenegrino conclude al volo di destro e trafigge Mirante. L’ultimo gol di Jovetic in maglia viola era del 28 marzo 2010, quando segnò contro l’Udinese, l’ultima doppietta contro il Bayern in Champions: Firenze può star tranquilla, Stevan Jovetic è tornato. Il vantaggio rilassa leggermente i viola, ma la sterilità offensiva del Parma non riesce a impensierire seriamente Boruc; l’unico pericolo serio è al 59’, quando Natali chiude con un grande intervento su Floccari e dall’angolo seguente Biabiany mette fuori di testa. Due minuti più tardi la Fiorentina chiude la pratica: Vargas non trova avversari sulla sua fascia di competenza e così va sul fondo e crossa al centro, Cerci si accentra dalla destra e colpisce di testa, il pallone colpisce la traversa e poi finisce in rete per il raddoppio gigliato. A questo punto mancherebbe solo il gol del Tanque Silva, ma l’attaccante uruguaiano dovrà rimandare l’appuntamento con il gol; ad andare molto vicino al gol è, invece, Manuel Pasqual, che gioca una buona partita e per poco non pesca il jolly dalla lunga distanza. All’ottantesimo il secondo gol di Jovetic fa scorrere i titoli di coda sulla partita: Romulo serve Kharja al centro, il marocchino serve JoJo con un bel passaggio filtrante, stop e destro preciso sul palo più lontano. Il gol del 3-0 chiude definitivamente i conti e almeno fino alla prossima partita fa gioire i tifosi. Prossima fermata: Napoli.

Le pagelle

BORUC 6: mai impegnato seriamente, una partita da spettatore non pagante.
DE SILVESTRI 6: dimostra le solite lacune in fase difensiva, però ci mette impegno e alla fine gioca una partita sufficiente. 
GAMBERINI 6.5: si districa bene nelle poche situazioni pericolose create dal Parma. (dall’85’ NASTASIC sv)
NATALI 6.5: deve marcare Biabiany, il passo diverso, ma fa contare l’esperienza; al 58’ chiude in extremis su Floccari salvando un gol quasi fatto.
PASQUAL 6.5: nel primo tempo si dedica più alla copertura, nella ripresa si spinge in avanti con più frequenza e sfiora anche il gol con tiro dalla distanza.
BEHRAMI 7: non tira mai indietro la gamba, grinta e quantità per tutta la partita, sfiora anche il gol. I tifosi hanno trovato un nuovo beniamino. 
MONTOLIVO 6.5: tanti fischi, qualche applauso, però lui pensa solo alla partita e si rende protagonista di una buona prestazione, che alla fine mette a tacere anche i contestatori.
VARGAS 6.5: impalpabile per tutto il primo tempo, nella ripresa origina l’azione del vantaggio e serve a Cerci il raddoppio. (dal 69’ KHARJA 6: 100esima in Serie A, serve l’assist a Jovetic per il 3-0.)
CERCI 6.5: abbastanza nascosto e fuori partita nel primo tempo, tempismo perfetto in occasione del gol personale. Tutto quello di buono fatto sul campo lo sciupa al momento della sostituzione, quando inveisce contro Mihajlovic. (dal 73’ ROMULO 6: esordisce in Serie A, il primo pallone giocato è subito un pericolo per la difesa avversaria.)
JOVETIC 7.5: il migliore in campo. Svaria, inventa, si propone e, soprattutto, segna la doppietta decisiva. JoJo è tornato.
SILVA 6: i tifosi lo accolgono bene, lui ci mette tanto impegno ma non riesce ad essere concreto. Il suo è un voto d’incoraggiamento.
ALL. MIHAJLOVIC 6.5: nel primo tempo la sua squadra è inesistente, soprattutto dal punto di vista del gioco. Nell’intervallo deve aver detto qualcosa ai suoi, perché dopo nemmeno un minuto Jovetic sblocca il risultato, poi da lì la partita si mette in discesa e i suoi la amministrano senza problemi e dilagano.

Nessun commento:

Posta un commento

Cantera Social