Talenti di Prima Divisione: Alessandro Favalli

. . 2 commenti:
Alessandro Favalli nasce a Cremona il 15 novembre 1992 e inizia la propria carriera nella Polisportiva San Giovanni. Dopo un solo anno la Cremonese lo sottopone a un provino, che il giovane terzino supera, venendo così aggregato alla formazione Pulcini; Favalli compie tutta la trafila delle squadre giovanili grigiorosse arrivando fino alla prima squadra nella stagione 2010/11. Nato come ala sinistra dal fisico longilineo (179 centimetri per 70 chilogrammi), durante la stagione giocata con gli Allievi nazionali Favalli inizia la propria trasformazione in terzino sinistro, grazie anche al suo allenatore del tempo che gli cambiò ruolo per necessità. Del vecchio ruolo Favalli ha conservato la fase di spinta, non a caso uno dei suoi modelli è l’interista Maicon, classico esempio di terzino fluidificante; la propensione offensiva gli causa qualche problema nella fase difensiva, ma la giovane età gli consentirà di migliorare e colmare questa lacuna.

Nel ritiro precampionato dell’estate 2010 viene promosso dalla Berretti e aggregato in prima squadra insieme a Lorenzo Degeri, interessante centrocampista classe ’92. La stagione 2010/11 doveva essere l’anno dell’apprendistato per Favalli, un anno in cui assaporare gradualmente il calcio dei grandi, ma l’infortunio di Giovanni Rossi (attualmente in Serie D al Darfo Boario) lo catapulta nella formazione titolare e, grazie anche alla fiducia concessagli da mister Acori, colleziona quattordici presenze. Le buone prestazioni fornite in un campionato impegnativo come la Prima Divisione gli valgono la conferma e le attenzioni di squadre di categorie superiori, come la Juventus, che sembrava aver acquistato il giovane terzino nello scorso gennaio, ma che in realtà lo avrebbe semplicemente messo sotto osservazione; negli ultimi giorni le sue prestazioni hanno attirato l’interesse di un altro club di Serie A, la Fiorentina, che potrebbe ingaggiare con i rivali bianconeri una sfida per assicurarsi il terzino sinistro, così da averlo nel proprio organico insieme all’altro terzino della Nazionale Under-20 Piccini.

Proprio con l’Under-20 di Luigi Di Biagio nei giorni scorsi ha giocato l’amichevole contro il Ghana (vinta 3-0) e nel Torneo Quattro Nazioni, una competizione che oltre agli azzurri include Germania, Svizzera e Polonia. In questa stagione Favalli ha già giocato undici partite, diventando, di fatto, il padrone della maglia numero tre grigiorossa e si sta rivelando come uno dei giovani più interessanti della Lega Pro. Se continuerà su questa strada, il sogno di giocare in Serie A potrebbe realizzarsi molto presto, forse già dal prossimo mercato invernale, anche se la miglior soluzione sarebbe giocare da titolare tutto il campionato di Prima Divisione per poi trasferirsi in una buona squadra di Serie B oppure entrare nell’orbita di un club di Serie A.

2 commenti:

  1. Altro che Corvino... sei te il nostro scopritore di talenti!!! Grande Fanto!!!
    Alessia
    P.S Complimenti per l'articolo.. bello!!!!!

    RispondiElimina

Cantera Social