Salim Cissè, all'improvviso uno sconosciuto

. . Nessun commento:
Nome completo: Salim Cissè
Data di nascita: 24 febbraio 1992
Luogo di nascita: Conakry (Guinea)
Nazionalità: Guineana
Altezza: 1,85 m
Peso: 74 kg
Ruolo: Attaccante
Squadra di appartenenza: Atletico Arezzo
Carriera: 2011/- Atletico Arezzo.

CARRIERA – Salim Cissè nasce il 24 febbraio 1992 a Conakry, capitale della Guinea, stato dell’Africa occidentale. La situazione in Guinea non è delle migliori, tra colpi di stato e una democrazia inesistente, e così il giovane Salim decide di lasciare il proprio paese in uno dei tanti viaggi della speranza, un viaggio che lo porta in Italia, precisamente nel centro d’accoglienza di Roma. Ed è nella capitale che la vita di Cissè prende una piega inaspettata. Salim, infatti, viene notato da un dirigente del Borgo Massimina, piccola società capitolina, mentre osserva gli allenamenti della squadra; forse colpito dall’interesse del ragazzo, forse spinto da chissà quale sensazione, quel dirigente decide di mandare in campo Salim. Il ragazzo lo stupisce e così viene segnalato a Francesco Anzalone, dirigente dell’Atletico Arezzo, che si prende cura del ragazzo sia dal punto di vista calcistico sia personale, dato che lo allena e gli fa imparare in poco tempo l’italiano. L’Arezzo riesce a tesserare Cissè sfruttando il suo status di rifugiato politico, soluzione che permette alla società toscana di metterlo sotto contratto nonostante sia extracomunitario. Cissè arriva così ad Arezzo da perfetto sconosciuto e in poco tempo conquista tutti. Il ragazzo, infatti, nonostante giochi a calcio da un paio di anni, in pratica da quando è in Italia, riesce a scalare le gerarchie dell’attacco aretino e a farsi preferire in attacco ai ben più esperti Raso e Martinez. In campionato finora ha segnato sette gol, tutti di pregevole fattura, e grazie alle proprie prestazioni ha attirato le attenzioni di squadre di categorie superiori come Siena e Udinese. L’ottimo avvio di campionato gli ha fatto vincere il “Chimera d’Oro”, premio assegnato al calciatore rivelazione dell’anno della provincia di Arezzo, che ha fra i suoi vincitori anche Emanuele Giaccherini della Juventus.

RAPPRESENTATIVA SERIE D – Sono bastati quindici minuti in una partita amichevole per convincere Giancarlo Magrini a inserirlo nella rosa della Rappresentativa di Serie D. Cissè da quel giorno ha fatto parte in pianta stabile della rappresentativa ed è stato convocato per il Torneo di Viareggio, prestigioso torneo giovanile nonché vetrina per eccellenza per i giovani talenti. Al Viareggio Cissè gioca da titolare le tre partite del girone eliminatorio, mentre sia agli ottavi contro i messicani del Pumas, sia ai quarti contro la Roma parte in panchina e subentra nel secondo tempo; nonostante i molti minuti giocati, Cissè non riesce a segnare, ma continua a mostrare le proprie qualità.

CARATTERISTICHE – Avendo iniziato a giocare seriamente a calcio solo da un paio di anni, è normale che Cissè abbia ancora delle lacune da colmare, soprattutto sotto l’aspetto tattico. Molto veloce, messo bene fisicamente, Cissè tende a sbagliare i movimenti nelle due fasi di gioco e a giocare molto in fascia. Le sue giocate sono dettate più dall’istinto che dal ragionamento, e forse è anche per questo che si sta dimostrando un attaccante molto freddo sotto porta. Da sottolineare anche il buon uso di entrambi i piedi e la discreta propensione a servire assist ai compagni.

Salim Cissè in azione:

Nessun commento:

Posta un commento

Cantera Social