Torneo di Viareggio 2012: Fiorentina - Stabaek 6-1

. . Nessun commento:
FIORENTINA: Svendkauskas, Bittante, Empereur, Rozzio, Ashong, Agyei (83’ Baccarin), Panatti, Acosty (87’ Magheri), Campanharo, Matos (70’ Cenciarelli), Zohore. A disp.: Lezzerini, Barbero, Bernardeschi, Biondi, Fossati, Gondo. All. Leonardo Semplici.
STABAEK: Bodher, Lange, Lricih, Flateho, Lystad, Stud (55’ Grandi), Suka, Tardsen (74’ Ebblom), Lenostad, Sack, Hjort (55’ Kolseth). A disp.: Sensel, Thomassen, Sohansen, Jensen All. Jan Peder Jalland.
ARBITRO: sig. Fabbro di Roma 2
RETI: 2’ Campanharo (F), 10’, 82’ Acosty (F), 17’ Matos (F), 27’ Sack (S), 45’, 73’ Panatti (F).
NOTE: ammonito Matos (F).

Buona la prima. Con un risultato tennistico la Fiorentina vince la partita d’esordio al Torneo di Viareggio, battendo con un netto 6-1 i norvegesi dello Stabaek. Una partita senza storia, sbloccata dopo soli due minuti da Campanharo, che ben imbeccato in area da Acosty salta un paio di avversari e segna con un tiro preciso. Continuano ad attaccare i baby viola e al 10’ raddoppiano con Acosty, che parte dalla destra, si accentra e mette il pallone in rete grazie anche all’aiuto del palo. Sette giri di orologio e Matos cala il tris ricevendo una spizzata di Zohore a centro area, pallonetto dolce e portiere battuto. Un avvio pazzesco dei ragazzi di Semplici, che nonostante il triplo vantaggio continuano ad attaccare. Quando nessuno se lo aspetta, però, lo Stabaek accorcia le distanze con Sack, che beffa il portiere lituano Svendkauskas con una bella girata su cross di Lystad. Alla mezzora di gioco clamorosa occasione non concretizzata da Matos: contropiede fulminante di Acosty che passa a Zohore, passaggio di prima intenzione per il brasiliano che controlla, salta il portiere ma sbaglia tutto calciando sul palo. Un paio di minuti prima dell’intervallo arriva il quarto gol gigliato con Panatti, che sugli sviluppi di una mischia in area prima calcia sul palo, poi ribadisce in rete la respinta del legno. Partita praticamente chiusa dopo soli quarantacinque minuti, frutto della netta differenza tra le due formazioni in campo sia in termini di qualità che di quantità. Nel secondo tempo la prima occasione è del neoacquisto Zohore, che al 57’ controlla bene in area e calcia, trovando però tra sé e il gol una grande parata di Bodher. Lo Stabaek cerca di limitare il passivo e sfiora il secondo gol con un tiro dalla distanza di Tardsen, ma la sfera esce a lato; poco dopo Lenostad salta Rozzio e calcia, ma Svendkauskas è attento e blocca il pallone. Al 73’ pokerissimo della Fiorentina con Panatti, che segna il gol della doppietta personale con un destro potente su calcio di punizione di seconda, anche se nell’occasione l’estremo difensore ospite non è parso propriamente attento e reattivo. A otto minuti dalla fine Acosty arrotonda ulteriormente il risultato: bella palla di Cenciarelli per il ghanese che si accentra dalla destra, salta il portiere e insacca in rete il secondo gol personale. Partita senza storia, in cui si mettono in mostra Panatti, due gol di potenza e tanta quantità in mezzo al campo, Zohore, che alla prima in viola non riesce a segnare ma confeziona tre assist vincenti, e Acosty, che con questa doppietta giunge a quota quattordici gol stagionali.

Nell’altra partita del girone, vittoria esterna del Vicenza sul Cesena per 3-1 grazie ai gol di Graham, Cavion e Scarpa su rigore, mentre per i romagnoli il gol della bandiera è di Urso.
Dopo la prima giornata la classifica è la seguente: Fiorentina 3, Vicenza 3, Cesena 0, Stabaek 0.

Nessun commento:

Posta un commento

Cantera Social