Lodi su rigore stende la Fiorentina: a Catania finisce 1-0

. . Nessun commento:
Un calcio di rigore realizzato da Lodi condanna la Fiorentina all'ottava sconfitta esterna. La formazione di Rossi punge in contropiede nel primo tempo sfiorando il gol del vantaggio, poi nella ripresa non ha lo spirito giusto per far sua la partita. Gli etnei controllano il gioco per buona parte della gara e colpiscono dopo un'ora di gioco, conquistando tre punti importanti in ottica salvezza e avvicinando la zona Europa.

Il match winner Lodi a contatto con Lazzari (Getty Images)

Sul terreno di gioco del "Massimino", allentato dalle precipitazioni in settimana, si affrontano Catania e Fiorentina. Montella, alle prese con la squalifica di Almiron e le indisponibilità di Potenza e Biagianti, schiera i suoi con il canonico 4-3-3, con Carrizo in porta, Motta e Marchese difensori esterni con Legrottaglie e Bellusci al centro, Seymour, Izco e Lodi a centrocampo con in attacco il trio argentino Gomez, Barrientos e Bergessio. Nei viola, out Jovetic, Nastasic e Behrami, davanti a Boruc giocano Cassani, Natali, Gamberini e Pasqual, centrocampo a tre con il rientrante Olivera, Montolivo e Lazzari, davanti a loro Cerci e Vargas a supporto dell'unica punta Amauri.

Nel primo tempo è la Fiorentina ad avere le occasioni da gol più nitide, mentre il Catania amministra il gioco e il possesso palla. Già dopo sei minuti Amauri riceve da Lazzari e conclude in porta, trovando Carrizo pronto a sventare la minaccia; un giro di orologio e Bergessio, tutto solo in area, colpisce di testa, ma Boruc è attento e para. Poco dopo incredibile occasione sprecata da Cerci, che ben lanciato da Vargas si presenta davanti a Carrizo, ma poi sbaglia tutto tentanto un improbabile pallonetto. Alla mezzora il numero sette viola diventa uomo assist per Amauri, che evita Carrizo e tira, trovando però Lodi appostato sulla linea ad evitare il gol. Le due squadre vanno così al riposo in parità, con la Fiorentina pungente in contropiede e il Catania che si rende pericoloso con Bergessio per poi gestire il possesso palla.

Nella ripresa dopo dodici minuti il risultato cambia. Fallo in area di Gamberini su Bergessio, Doveri indica il dischetto, su cui va Lodi che realizza, con Boruc che intuisce ma non riesce a deviare. Il gol del vantaggio invece di accendere la reazione della Fiorentina la spegne, visto che nella mezzora successiva al gol catanese i viola non riescono a creare trame offensive pericolose, consentendo così agli uomini di Montella di gestire il vantaggio e portare a casa tre punti preziosi. A niente servono gli ingressi di Kharja e Acosty, anche se quest'ultimo porta un po' di brio e velocità, ma non risultati in zona gol, dove Amauri resta ancora una volta a secco. Grazie al rigore di Lodi il Catania sale a quota 38 punti e intravede la zona Europa, visto che il sesto posto occupato dalla Roma è distante soli tre punti.


Il tabellino

CATANIA (4-3-3): Carrizo; Motta (64' Spolli), Bellusci, Legrottaglie, Marchese; Izco, Lodi, Seymour; Gomez (75' Catellani), Bergessio, Barrientos (79' Ricchiuti). A disp.: Kosicky, Capuano, Ricchiuti, Llama, Ebagua. All.: Vincenzo Montella
FIORENTINA (4-3-2-1): Boruc; Cassani, Gamberini, Natali, Pasqual; Olivera (73' Kharja), Montolivo, Lazzari (83' Marchionni); Cerci (73' Acosty), Vargas; Amauri A disp.: Neto, Felipe, De Silvestri, Salifu. All.: Delio Rossi
ARBITRO: Doveri di Roma 1
RETI: 57' Lodi rig.
NOTE: ammoniti Gamberini (F) e Amauri (F)

Nessun commento:

Posta un commento

Cantera Social