La Fiorentina sbatte sul muro rosanero

. . Nessun commento:
Finisce 0-0 al "Franchi" tra Fiorentina e Palermo. Viola arrembanti nel primo tempo, rosanero costretti a giocare in contropiede. Nella ripresa la partita cala di ritmo e le emozioni latitano. A dieci minuti dalla fine Doveri annulla ad Amauri un gol di braccio, unico lampo in un secondo tempo grigio da entrambe le parti.

Jovetic braccato da Bertolo
Passano poco più di venti secondi e Ilicic fa tremare i 20.000 del “Franchi”. Il fantasista sloveno intercetta un retropassaggio di Behrami e scocca un tiro dal limite, ma il pallone finisce sull’esterno della rete. La Fiorentina reagisce e in cinque minuti sfiora più volte il gol del vantaggio. Il primo a sporcare i guanti del tifoso viola Viviano è Natali, che sugli sviluppi di un corner svetta di testa in area costringendo il portiere rosanero alla respinta. Altro corner, altra occasione, stavolta con Amauri, che su assist di Jovetic cerca il gol di tacco sottomisura, ma la sua conclusione è tanto bella quanto debole e così Viviano para. Al quinto minuto giunge l’occasione più nitida per i viola con il palo di Nastasic, ancora sugli sviluppi di un calcio d’angolo; l’azione prosegue e la Fiorentina si rende nuovamente pericolosa con una girata alta di Amauri. 

Partita molto aggressiva da parte di entrambe le formazioni, con la Fiorentina che cerca subito il gol, mentre il Palermo si chiude bene per poi pungere in contropiede. Il possesso palla è continuamente spezzato per il pressing messo in atto e la partita è apertissima. Dopo una fase di stallo, fendente di Jovetic per Pasqual in profondità, che si allunga leggermente il pallone e tira, Viviano devia sull’esterno della rete; la deviazione del portiere di Fiesole non è netta, ma con grande onestà ammette che il tocco c’è stato e così Doveri concede l’angolo ai viola, ringraziando l’estremo difensore per il gesto di grande lealtà sportiva. I rosanero, bravi nel fraseggio e nelle ripartenze, si fanno vedere pericolosamente dalle parti di Boruc intorno alla mezzora, prima con un tiro centrale di Ilicic, poi con Hernandez, che riceve bene da Donati ma spara alto. In questa fase della partita, il Palermo quando arriva sulla trequarti cerca subito la porta, soprattutto con tiri da fuori; dall’altra parte, la Fiorentina appare in leggera confusione sia nella costruzione di gioco che nella fase difensiva. Prima dell’intervallo Hernandez si libera nello stretto e tira praticamente dalla linea di fondo, Boruc è attento e respinge. Il primo tempo finisce a reti bianche, risultato giusto per quanto mostrato in campo dalle due formazioni.

Il bel primo tempo ha un seguito non altrettanto emozionante, anche se nei secondi quarantacinque minuti non mancano le occasioni. La prima di queste, seppur molto velleitaria, è una punizione alta di Ilicic. Tornando al campo, Rossi modifica leggermente la disposizione del proprio centrocampo spostando Montolivo davanti alla difesa con Behrami e Kharja mezzali; nel Palermo, invece, Mutti è costretto a sostituire Barreto, leggermente infortunato, inserendo lo sloveno Bacinovic, ammonito dopo pochi minuti. Il primo quarto d’ora di gioco offre poco, sia perché la Fiorentina mostra un calo di forma e d’idee, sia perché il Palermo è meno propositivo e pensa più a difendersi.

La Fiorentina ha uno sprazzo offensivo con Kharja, il cui tiro da fuori è deviato in angolo; poco dopo il marocchino lascia il campo per Lazzari, suscitando un misto di fischi e applausi tra i tifosi. Ci prova Jovetic con la sua azione classica, cioè controllo sulla sinistra, rientro sul destro e tiro, ma Viviano è in traiettoria e para. Altre sostituzioni, una per parte, con Budan e Cassani che subentrano a Hernandez e De Silvestri. A dieci dalla fine la Fiorentina riesce a sbloccare il risultato con Amauri, ma Doveri annulla giustamente perché l’italo-brasiliano devia in rete con la mano. Ricostruendo l’azione, Cassani crossa dalla destra, Amauri si getta sul pallone e come detto supera Viviano, ma di braccio, il guardalinee vede tutto e lo comunica all’arbitro, anche se lo stesso Amauri aveva ammesso il tocco. In precedenza, un bel dialogo tra Lazzari e Jovetic aveva portato al tiro il montenegrino, con la decisiva respinta di Viviano. La partita perde di ritmo, a niente serve l’ingresso in campo dell’argentino Vazquez per Ilicic e pure la Fiorentina non ha la forza di riproporsi in attacco, e così finisce in parità senza vincitori né vinti.

Il tabellino

FIORENTINA: Boruc; Gamberini, Natali, Nastasic; De Silvestri (77’ Cassani), Montolivo, Kharja (68’ Lazzari), Behrami, Pasqual; Amauri, Jovetic. A disp.: Neto, Felipe, Salifu, Cerci, Ljajic. All.: Rossi
PALERMO: Viviano; Munoz, Mantovani, Labrin; Pisano, Della Rocca, Donati, Barreto (48’ Bacinovic), Bertolo; Ilicic (88’ Vazquez), Hernandez (74’ Budan). A disp.: Tzorvas, Kosnic, Zahavi, Miccoli. All.: Mutti
ARBITRO: Daniel Doveri di Roma 1
NOTE: ammoniti Bacinovic (P), Ilicic (P), Amauri (F), Jovetic (F); recupero 1’ pt e 4’ st.

Nessun commento:

Posta un commento

Cantera Social