Portogallo-Olanda 2-1: si accende Ronaldo e il Portogallo va ai quarti

. . Nessun commento:
Partita decisiva tra Portogallo e Olanda perché entrambe ancora in corsa per la qualificazione ai quarti di finale, anche se tutto dipende dal risultato di Danimarca-Germania. Paulo Bento conferma l’undici delle due partite precedenti, mentre van Marwijk opera tre cambi rispetto alla sconfitta contro la Germania, inserendo Vlaar, Van der Vaart e Huntelaar al posto di Heitinga, Van Bommel e Afellay. Arbitra la sfida l’italiano Nicola Rizzoli.

Partenza a razzo dell’Olanda, che fin dai primi minuti imprime un ritmo alto alla gara e gestisce senza problemi il possesso palla, facendosi pericolosa dalle parti di Rui Patricio già al quarto minuto con Sneijder, che manda sull’esterno della rete un cross dalla destra. Un avvio del genere non può che portare al gol del vantaggio oranje con il capitano Rafael Van der Vaart, che nella partita della 99esima presenza in Nazionale si rende protagonista di un gran gol: iniziativa di Robben, scarico sul centrocampista di proprietà del Tottenham che controlla e calcia di sinistro a girare dai 25 metri, pennellando una traiettoria che non lascia scampo all’estremo difensore lusitano. Ecco, dopo il gol del vantaggio la partita dell’Olanda finisce, perché il Portogallo aumenta i giri del proprio motore e la sua stella maggiore, cioè Cristiano Ronaldo, sale in cattedra, come al quarto d’ora di gioco, quando Moutinho innesca il proprio capitano, che dribbla a rientrare Vlaar e calcia a rete, ma il pallone sbatte sul palo esterno ed esce. Passa un minuto e per poco Van der Wiel non la combina grossa, in quanto sbaglia un passaggio in fase di disimpegno che diventa un assist per Helder Postiga, che si lancia a rete ma al momento del tiro perde la giusta lucidità e si fa deviare il tiro da Stekelenburg. Dopo un colpo di testa alto di de Jong, è ancora Portogallo con Nani che pennella un cross al bacio per Ronaldo, che stacca a centroarea indirizzando a rete di testa, ma il portiere oranje risponde presente e respinge la sfera compiendo un grande intervento.

Il gran gol di Van der Vaart
Sneijder prova a riaccendere la verve dei propri compagni e impegna Rui Patricio con un tiro dalla distanza, che il portiere scuola Sporting Lisbona para sicuro. Il gol portoghese è nell’aria e arriva puntuale al 28’ con Cristiano Ronaldo, che riceve una palla filtrante da Joao Pereira, controlla e batte Stekelenburg sul primo palo. Continua il forcing lusitano e arrivano le occasioni di Nani, tiro a lato, e Veloso, punizione alta di poco, inframezzate da due spunti di Ronaldo: il primo è una sventola impressionante da trenta metri, su cui Stekelenburg si oppone come può, poi si coordina per un colpo di testa in tuffo su corner di Moutinho, mandando fuori di un soffio. Finisce così la prima frazione di gioco, dominata dall’Olanda nel primo quarto d’ora e dal Portogallo nella restante mezzora, con questi ultimi nettamente più in palla offensivamente.

La stoccata vincente di Ronaldo per il 2-1 finale
Il primo lampo del secondo tempo è un fallaccio di Willems su Moutinho, punito da Rizzoli con il cartellino giallo. Al 53’ Vlaar ha l’occasione per portare nuovamente in vantaggio l’Olanda, ma il suo colpo di testa da ottima posizione finisce alto. Scavalcata l’ora di gioco, Paulo Bento opera la prima sostituzione della partita togliendo Helder Postiga, che in precedenza si era visto giustamente annullare un gol per fuorigioco, per Nelson Oliveira. Non è il nuovo entrato a rendersi pericoloso, ma ancora Ronaldo, che parte in contropiede e serve Coentrao al limite, che controlla e calcia di sinistro, chiamando Stekelenburg alla deviazione in angolo. Cambia anche van Marwijk che sbilancia la squadra inserendo Afellay al posto di Willems; poco dopo altro cambio lusitano con Meireles che lascia il campo a Custodio. Al 72’ occasione clamorosa fallita da Nani: Moutinho serve alla perfezione Ronaldo sulla sinistra che fugge in velocità arrivando sul fondo, pallone al bacio per l’esterno del Manchester United sul secondo palo che sbaglia tutto calciando addosso a Stekelenburg. Due minuti più tardi Van der Vaart perde palla in attacco favorendo il contropiede fulmineo di Moutinho, che imbecca Nani sulla destra, il quale a sua volta apre sul fronte opposto per Cristiano Ronaldo, che entrato in area mette a sedere Van der Wiel e con un piattone destro secca il portiere olandese per la seconda volta.

Il Portogallo ha la partita in pugno e amministra il gioco, anche se all’82’ trema paurosamente sulla conclusione di Van der Vaart, che replica la conclusione del gol del primo tempo ma stavolta calciando di destro, però il suo gran tiro si stampa sul palo. Altro contropiede lusitano iniziato da Custodio e concluso da Nani con un pallonetto alto. Bento vede il traguardo vicino e decide di coprirsi inserendo Rolando al posto di Nani. A due minuti dal novantesimo Sneijder ha ancora la lucidità di servire Van Persie centralmente, ma l’attaccante dell’Arsenal calcia a lato. L’ultima occasione della partita è del protagonista assoluto, cioè Cristiano Ronaldo, che ben servito da Veloso nello spazio arriva alla conclusione, ma il pallone impatta sul palo per la seconda volta, negandogli la gioia della tripletta.

Finisce 2-1 per il Portogallo, che con la contemporanea vittoria della Germania sulla Danimarca (2-1) strappa il biglietto per i quarti di finale, mettendosi alle spalle danesi e l’Olanda, che chiude mestamente il proprio Europeo con zero punti in classifica.

Il tabellino

PORTOGALLO (4-3-3): Rui Patricio 6.5; Joao Pereira 6, Pepe 6.5, Bruno Alves 6.5, Fabio Coentrao 6.5; Raul Meireles 6 (71’ Custodio 6), Miguel Veloso 6.5, Joao Moutinho 7; Nani 7.5 (87’ Rolando sv), Helder Postiga 6 (64’ Nelson Oliveira 6), Cristiano Ronaldo 8. A disp.: Eduardo, Beto, Ricardo Costa, Miguel Lopes, Quaresma, Ruben Micael, Hugo Viana, Hugo Almeida, Varela. All.: Paulo Bento
OLANDA(4-2-3-1): Stekelenburg 6.5; Van der Wiel 4.5, Vlaar 5, Mathijsen 5, Willems 4.5 (67’ Afellay 5); Van der Vaart 7, N. de Jong 5.5; Robben 4.5, Van Persie 5.5, Sneijder 6; Huntelaar 4.5. A disp.: Vorm, Krul, Heitinga, Bouma, Boulahrouz, Van Bommel, Schaars, Strootman, Kuyt, L. de Jong, Narsingh. All.: Bert van Marwijk
ARBITRO: Nicola Rizzoli (ITA), assistenti Faverani (ITA) e Stefani (ITA), quarto arbitro Atkinson (ENG), arbitri di porta Rocchi (ITA) e Tagliavento (ITA).
RETI: 11’ Van der Vaart, 28’, 74’ Cristiano Ronaldo
NOTE: ammoniti Willems (O), Van Persie (O), Joao Pereira (P); recuperi 0’ pt e 4’ st.

Nessun commento:

Posta un commento

Cantera Social