Il Brasile passa a fatica, la Corea del Sud ai rigori: la semifinale è loro

. . Nessun commento:
Gol vittoria di Leandro Damiao: il Brasile è in semifinale (AP Photo)
BRASILE-HONDURAS 3-2 (38’, 60’ Leandro Damiao, 50’ rig. Neymar; 12’ Martinez, 48’ Espinoza) – Scende in campo il Brasile, grande favorito alla vittoria finale e fin da subito deciso a mettere le cose in chiaro contro l’Honduras, tecnicamente inferiore e sorpresa di questa prima fase di torneo. Non a caso nei primi minuti Leandro Damiao, Oscar e Neymar cercano subito il gol, ma la precisione latita e non inquadrano la porta. Al 12’, però, è l’Honduras a passare in vantaggio: Espinoza sulla sinistra si libera della marcatura di Rafael e serve Figueroa, che stoppa a seguire entra in area ma viene fermato (irregolarmente), il pallone però giunge a Martinez che di prima intenzione batte Gabriel. Cerca subito il raddoppio l’Honduras con Figueroa, che lascia partire un destro potente ma centrale su calcio di punizione, che viene parato a terra dal portiere. Poche occasioni e molto falli, soprattutto honduregni e a pagarne le conseguenze è Crisanto, che al 33’ lascia in dieci i propri compagni riuscendo nella non semplice impresa di prendere due cartellini gialli nel giro di un minuto. Cinque minuti più tardi il Brasile approfitta della superiorità numerica e riporta il punteggio in parità: Neymar libera Hulk in area, rasoterra al centro, la difesa non allontana e Damiao insacca in scivolata.

0-1 Martinez (AP Photo)
Vuole il vantaggio il Brasile e ci va vicino con un siluro di Marcelo, parato in due tempi da Mendoza. Nella ripresa, dopo tre minuti l’Honduras si riporta avanti con Roger Espinoza, che riceve palla sulla destra, rientra sul sinistro e dal limite dell’area infila Gabriel con un bel diagonale. Passano due minuti e Velasquez stende Leandro Damiao in area: per Brych è rigore; sul dischetto va Neymar che batte Mendoza, molto sfortunato perché intuisce la traiettoria ma non riesce a deviare. Dopo un legno colpito da Neymar, al 60’ Leandro Damiao porta in vantaggio i suoi per la prima volta nel match con un bel gol: assist a centro area di Neymar, stop con finta incorporata e destro che non lascia scampo al portiere. L’Honduras non ci sta e continua a cercare il gol del pareggio, andandoci vicino al 67’ con Figueroa, che vede pararsi da Gabriel un buon tentativo. Le sostituzioni intervallano la partita e ne spezzano il ritmo, così per vedere nuove occasioni occorre aspettare gli ultimi dieci minuti di gara, quando prima Meija e poi Espinoza, poi espulso nel finale, impegnano la retroguardia brasiliana, che resiste agli assalti conservando il vantaggio fino al triplice fischio finale. Seppur a fatica, il Brasile è in semifinale.

GRAN BRETAGNA-COREA DEL SUD 5-6 d.c.r. (36’ rig. Ramsey; 29’ Ji Dongwon) – Nell’avveniristico Millennium Stadium di Cardiff si affrontano Gran Bretagna e Corea del Sud. Asiatici subito costretti al cambio dopo pochi minuti per l’infortunio di Kim C, sostituito da Oh J. Proprio i sudcoreani sono i più propositivi in zona gol e la dimostrazione sono i tentativi di Ji Dongwon, parato dal portiere, Park Jongwoo e Park Chuyoung, entrambi fuori. Per vedere una conclusione britannica occorre aspettare la metà della prima frazione quando ci prova, senza successo, Bertrand. Al 29’ la Corea del Sud passa in vantaggio: lancione lungo sulla sinistra, Park Chuyoung serve di prima intenzione al centro Ji Dongwon, controllo sui venti metri e gran botta di destro, Butland è sulla traiettoria ma non riesce a deviare la sfera che gli passa tra le braccia. Soffre un po’ la Gran Bretagna, ma a cavallo della mezz’ora di gioco impensierisce il portiere avversario con Bellamy e ancora Bertrand. A centrare il bersaglio grosso, però, è Aaron Ramsey, che al 36’ riporta in parità il punteggio realizzando un calcio di rigore fischiato per fallo su Sturridge. Quattro minuti più tardi Ramsey potrebbe realizzare una doppietta, ancora su calcio di rigore, fischiato per un altro fallo su Sturridge, ma Jung Sungryong si supera e respinge il tiro. Dopo la conclusione fuori di Ki Sungyueng le due squadre vanno al riposo.

Vantaggio di Ramsey su rigore (Getty Images)
Al rientro dagli spogliatoi, al 55’, sugli sviluppi di un calcio di punizione, Micah Richards e il portiere Jung Sungryong si scontrano violentemente, tanto che per soccorrere al meglio i due il gioco viene fermato per quasi cinque minuti. Poco gioco, molti scontri di gioco, anche duri come quelli di Joe Allen, punito con il cartellino di giallo. Per vedere un tiro in porta occorre aspettare il 77’, quando Ji segna il gol del vantaggio, ma dopo essere stato sanzionato in posizione di fuorigioco, quindi la parità resta intatta. Poco dopo ancora Ji vicinissimo al vantaggio, ma Butland respinge il pallone appena in tempo. Assalti sconclusionati da parte dei sudcoreani, che non riescono a superare il muro britannico e rischiano di subire il contropiede. Nessuno riesce a prevalere sull’avversario e così si va ai supplementari. Al 92’ doppia occasione asiatica: prima Koo Jacheol si fa respingere il tiro da Butland, poi Ji Dongwon si avventa sul pallone ma manda a lato da buona posizione. Una decina di minuti più tardi è ancora Ji a mangiarsi un gol sugli sviluppi di un corner mandando alto da pochi passi di testa. La Gran Bretagna non ha idee e subisce gli attacchi sudcoreani, come al 113’ sul tiro parato di park Chuyoung. A tempo scaduto Sturridge ha la possibilità di dare la vittoria ai suoi su calcio di punizione, ma sbaglia tutto calciando a lato. Occasione sprecata, perché dopo un minuto di recupero il colombiano Roldan fischia la fine: si va ai calci di rigore. Serie dei rigori: Ramsey gol, Koo Jacheol gol, Cleverley gol, Baek Sungdong gol, Dawson gol, Hwang Seokho gol, Giggs gol, Park Jongwoo gol, Sturridge parato, Ki Sungyueng gol. La Corea del Sud passa incredibilmente il turno, elimina i padroni di casa ed è tra le prime quattro di Londra 2012. Martedì 7 agosto a Manchester sarà Corea del Sud-Brasile la semifinale che decreterà una delle due finaliste.

Nessun commento:

Posta un commento

Cantera Social