FUTURO VIOLA: super Bardini per gli Allievi, Giovanissimi a valanga

. . Nessun commento:
Il turno di riposo della Primavera permette di concentrare l’attenzione su Allievi e Giovanissimi.

Lorenzo Bardini, portiere classe '96
(fonte: gg-xx.it)
Iniziamo proprio dai Giovanissimi Nazionali di Mirko Mazzantini, che all’esordio in campionato hanno vinto 5-0 contro il Pontedera, travolto dalle doppiette di Bellandi e Caso e dal gol di Saccardi. Nel prossimo turno la Fiorentina affronterà i pari età del Borgo a Buggiano in trasferta.
Prima di passare agli Allievi, una curiosità che riguarda i loro predecessori nella scorsa stagione. Su MTV da lunedì 16 inizia “Calciatori – Giovani Speranze”, docu-reality che porta sul piccolo schermo la vita calcistica e non degli Allievi Nazionali viola della stagione 2011/12. Principali protagonisti del programma sono Lezzerini, Rosa Gastaldo, Gulin e Gondo, oltre ai vari Ruggeri, Madrigali e compagnia.


Campionato Allievi Nazionali Girone A: Fiorentina-Torino 0-0
FIORENTINA: Bardini, Miccinesi (41’ Proietti), Segoni (66’ Alagia), Gigli, Mancini, Posarelli, Papini, Berardi, Tommasiello (53’ Cacchiarelli), Peralta (71’ Colato), Minelli. A disp.: Bertolacci, Bicchi, Razzanelli, Pandolfi, Cappelli. All.: Guidi
TORINO: Lentini, Dal Masso, Coghis, Magnone (58’ Perrone), Buttasso, Di Savino, Buttacavoli (17’ Edera; 79’ Canale), Mazzaferra, Candellone (73’ Di Federico), Lenoci, Procopio. A disp.: Papapicco, Vingiano. All.: Fogli
ARBITRO: sig. Tesi di Pistoia

Esordio casalingo con il brivido per gli Allievi di Federico Guidi, che riescono a strappare un sofferto 0-0 al Torino, padrone del campo e vicino al gol in più circostanze. Il gol granata, però, non arriva perché Bardini si rende protagonista di una prestazione maiuscola e chiude la porta alle avanzate avversarie con ben cinque miracoli. I viola fin da subito vogliono fare la partita, ma le occasioni arrivano da ambo le parti: Papini e Minelli per i padroni di casa, Edera e Procopio per gli ospiti. Ad un paio di minuti dall’intervallo Bardini comincia il suo show: prima ribatte la conclusione del liberissimo Magnone e poi con un tuffo alla disperata devia il comodo tap-in di Edera. La ripresa comincia laddove si era concluso la prima frazione, cioè su super-Bardini, che dopo tre minuti a tu per tu con Candellone non si lascia intimorire e lo chiude con un’uscita perfetta, poi lo stesso numero nove manda alto. Il Toro ha in mano la partita, ma il portiere gigliato è in giornata di grazia e non lascia passare nemmeno uno spillo. In chiusura di match i ragazzi di Fogli hanno altre due opportunità per portarsi a casa i tre punti, ma Bardini rende nulli gli sforzi prodotti. Prima con un bel tuffo para una punizione dalla distanza di Lenoci, poi, ad un passo dalla triplice fischio, respinge un tiro rasoterra di Edera destinato in fondo al sacco. “C’è ancora molto da lavorare” dichiara mister Guidi a fine partita, che ricorda l’assenza importante di Di Curzio in attacco e l’apporto decisivo di Bardini.

Nessun commento:

Posta un commento

Cantera Social