Montella: "Jovetic c'è, temo l'Atalanta"

. . Nessun commento:
(Violachannel)
Vincere per mantenersi ai piani alti della classifica. Dopo la bella vittoria di San Siro contro il Milan, la Fiorentina di Vincenzo Montella attende in casa l’Atalanta di Stefano Colantuono, avversario tutt’altro che semplice e in grande forma. Così il tecnico gigliato in sala stampa:

“Per l’impegno di domani ho due-tre dubbi ed è giusto sia così. Gli elogi per me? Non mi mettono pressione, sicuramente mi fa piacere anche se so benissimo che fanno parte del momento; mi piacerebbe riceverli quando ne avrò bisogno, quando sarò in difficoltà, ma spero che non accada mai. Dobbiamo andare avanti con il lavoro e non farci distrarre. La sconfitta di giovedì contro l’Impact non mi ha deluso, perché è la dimostrazione che quando si abbassa la concentrazione si rischia di perdere contro chiunque. L’Atalanta non è certo una sorpresa, già lo scorso anno ha fatto cose importanti, vengono da un anno e mezzo di grande lavoro e sarà una gara molto difficile. Sono una squadra esperta e pericolosa”.

Prosegue su alcuni elementi della squadra e altri argomenti: “Jovetic è disponibile e convocato, domani vediamo se gioca; ha dato massima disponibilità e voglia di esserci. Cuadrado potrebbe sentire un po’ di stanchezza, vedrò come gestirlo. Anche El Hamdaoui è completamente disponibile e domani sarà con il gruppo. Savic e Tomovic si sono integrati benissimo e subito, li alterno a secondo delle esigenze. In difesa abbiamo una certa fisionomia, ma daremo spazio a tutti. C’è euforia intorno a noi, ci carica. I ragazzi sanno benissimo che l’Atalanta è una squadra difficile da affrontare. Servirà essere più cinici e meno spettacolari. Toni ha accelerato il suo recupero fisico, si è sacrificato e messo subito in gioco, con una totale predisposizione al sacrificio. La visita di Falcao per me è un grande orgoglio: gli apriremo le porte e sarà il benvenuto. C’è molto da imparare da un uomo come lui”.

Nessun commento:

Posta un commento

Cantera Social