Tante emozioni a Belgrado: la Stella Rossa rimonta e vince il derby

. . Nessun commento:
(foto sr.partizan.rs)
STELLA ROSSA-PARTIZAN 3-2
STELLA ROSSA (4-3-3): Bajkovic; Mikic (46’ Vesovic), Spajic, Jovanovic, Mladenovic; Mijailovic, Milijas (85’ Dimitrijevic), Milivojevic; Kasalica, Lazovic (68’ Milunovic), Mudrinski. A disp.: Kirovski, Babalj, Maksimovic, Savicevic. All.: Jankovic
PARTIZAN (4-2-3-1): Petrovic; Miljkovic, Lazevski, Ostojic, Ivanov; Smiljanic, Markovic S.; Tomic (65’ Jojic), Ilic (80’ Scepovic S.), Markovic L. (85’ Ninkovic); Mitrovic. A disp.: Zivkovic, Volkov, Scepovic M., Sretenovic. All.: Vermezovic
ARBITRO: Milorad Mazic di Vrbas, assisenti Radojic e Ristic, quarto uomo Milenko
RETI: 9’ Mitrovic, 14’ Kasalica, 15’ Jovanovic (autogol), 49’ Milivojevic, 74’ Milijas
NOTE: ammoniti Mijailovic, Mladenovic, Milivojevic, Kasalica, Markovic L., Mitrovic; recuperi 2’ pt e 4’ st.

Al Marakana va in scena il 143esimo derby di Belgrado. Coreografia spettacolare da parte delle due tifoserie, che rendono sempre unica questa partita ogni volta che si disputa. Di fronte Stella Rossa e Partizan, rispettivamente seconda e prima in campionato e distanziate da ben otto punti. Arbitra l'internazionale Mazic.

Nei primi minuti le due squadre si fronteggiano a centrocampo, con il Partizan che ha un maggior possesso palla, poi al 9’ si rompe l’equilibrio. Capitan Sasa Ilic trova lo spazio giusto per smarcare il 18enne Mitrovic sul filo del fuorigioco, quest’ultimo controlla e una volta giunto davanti a Bajkovic lo supera con un destro piazzato. La Stella Rossa non subisce il colpo e pareggia immediatamente con Kasalica, che con una gran girata di destro su cross di Lazovic fa secco Petrovic. Il pareggio biancorosso dura pochissimi secondi, perché una volta battuto al centro del campo si accende Lazar Markovic sulla sinistra, supera di slancio il diretto marcatore e crossa al centro, dove uno sfortunato Jovanovic batte il proprio portiere in scivolata. Dopo sette minuti di fuoco la partita cala di ritmo e il Partizan la gestisce in tranquillità, sfiorando anche il terzo gol in un paio di circostanze con Markovic e Mitrovic. Torna a farsi viva la Stella Rossa con una sventola di Kasalica dalla distanza, ben respinta da Petrovic in calcio d’angolo. Dopo due minuti di recupero il signor Mazic manda le squadre negli spogliatoi.

Il secondo tempo comincia e la Stella Rossa pareggia immediatamente con Milivojevic, che da circa venticinque metri azzecca la traiettoria giusta e batte Petrovic. Prova a rispondere il Partizan con un calcio di punizione di Tomic dalla distanza, che Bajkovic è costretto ad alzare in angolo. I bianconeri sono un’altra squadra rispetto alla prima frazione di gioco, molto più statica, priva di iniziativa e sempre pressata dall’avversario, che al 74’ ribalta il risultato. Kasalica va al cross dalla destra, a centro area Milijas è libero di prendere il tempo e insaccare di testa. Una volta raggiunto il vantaggio la Stella Rossa lascia giocare il Partizan, che non riesce a produrre seri pericoli dalle parti di Bajkovic, a cui crea qualche grattacapo solo il neoentrato Ninkovic con una conclusione ravvicinata. Finisce così 3-2 per la Stella Rossa, che vince in rimonta il derby e accorcia la classifica in vetta portandosi a -5 dai rivali del Partizan, bravo a chiudere il primo tempo in vantaggio ma meno nel farsi riprendere e superare nel proseguo della partita.

Nessun commento:

Posta un commento

Cantera Social