FUTURO VIOLA: Allievi e Giovanissimi chiudono male il 2012, i numeri della Primavera

. . Nessun commento:
Fine settimana deludente per il settore giovanile della Fiorentina. Chiudono male l’anno sia gli Allievi Nazionali che i Giovanissimi Nazionali, entrambi sconfitti nella prima giornata del girone di ritorno. I ragazzi di mister Guidi si fanno rimontare al “Poggioloni” dalla Pro Vercelli, perdendo così contatto con il gruppo di testa. La squadra allenata da Mazzantini, invece, perde di misura nel derby contro il Prato e patisce la prima sconfitta in campionato. La settimana di riposo della Primavera è l’occasione giusta per tirare le somme del girone di andata appena concluso.

I numeri sono quanto di più freddo esiste per parlare di calcio, ma sono anche indicatori interessanti. Cominciando dalle presenze e dai minuti giocati nelle tredici partite di campionato, si evince che solo cinque giocatori hanno giocato più del 75% dei minuti complessivi: solo l’onnipresente Ashong (nella foto), Capezzi, Lezzerini, Berardeschi e Venuti hanno avuto un impiego superiore a 877,5 minuti, oltre al danese Zohore che sfiora soltanto questa cifra. Questi sei elementi sono la base della squadra, di cui fanno parte anche Empereur, che ha pagato in termini di presenze/minuti giocati le due giornate di squalifica, e Gondo, più volte sostituito a partita in corso e subentrato in un paio di circostanze. Passando alla classifica dei marcatori, guidano la graduatoria Bernardeschi e Gondo, entrambi a quota sei reti; la media gol è favorevole al ’96 ivoriano, che segna ogni 123 minuti, mentre il collega buca la rete ogni 174 minuti. Sui 27 gol totali, ben otto provengono dai centrocampisti, mentre tre sono opera dei terzini. I gol subiti, invece, sono 13, cioè uno a partita, e sono stati subiti perlopiù dal titolarissimo Lezzerini, che ogni 98 minuti ha dovuto raccogliere la palla in fondo al sacco. Ecco la tabella riassuntiva con tutte le statistiche:


ALLIEVI NAZIONALI A-B (GIRONE A): FIORENTINA- PRO VERCELLI 1-3
FIORENTINA: Bardini, Papini, Segoni (72’ Cappelli), Gigli, Mancini, Bicchi, Posarelli (41’ Tommasiello), Berardi, Di Curzio, Peralta, Alagia. A disp.: Bertolacci, Proietti, Miccinesi, Razzanelli, Pini, Pandolfi. All.: Guidi
PRO VERCELLI: Donvito, Manti, Rinaldi, Porcaro (84’ Marra), Augimeri (67’ Sposato), Bianco (82’ Milani), Cerutti (55’ Vailatti), Federici, Bunino, Dotelli (47’ Menon), Zullo (73’ Terlizzi). A disp.: Ocleppo, Micillo. All: Tomasoni
ARBITRO: Frosini di Pistoia
RETI: 5’ Peralta, 35’ Zullo, 41’, 82’ Bunino

Parte benissimo la Fiorentina e dopo cinque minuti passa in vantaggio con conclusione dal limite di Peralta. I piemontesi si fanno schiacciare dai viola e rischiano di subire il secondo gol, ma Donvito salva il risultato su Posarelli e Alagia. A metà frazione Gigli si vede annullare una rete per fuorigioco, poi a tempo praticamente scaduto Zullo approfitta di un errore su rimessa laterale e, su assist di Bunino, supera Bardini per il pareggio ospite. I viola vanno così al riposo sull’1-1, risultato ingiusto per quanto mostrato in campo. Al rientro dagli spogliatoi arriva la doccia fredda: dopo trenta secondi Segoni sbaglia favorendo Bunino, che dopo aver vinto la resistenza di due avversari fa secco Bardini sul primo palo. La Fiorentina non ci sta e si riversa in attacco sfiorando il pareggio in più circostanze con Gigli, Mancini e Tommasiello. Con la squadra totalmente sbilanciata in fase offensiva è normale subire contropiede e così succede quando Sposato porta palla fino a smarcare Bunino, che realizza la rete del 3-1 finale e della doppietta personale. Per i ragazzi di Federico Guidi si chiude male il 2012, con una sconfitta che fa perdere terreno dal primo posto, adesso distante sette punti. I viola, e tutto il campionato Allievi, torneranno in campo il 13 gennaio 2013 nella seconda giornata di ritorno nella trasferta di Torino contro i granata, in uno scontro d’alta classifica da non sbagliare.

Classifica (14° giornata): Empoli 32, Parma 30, Genoa 28, Torino 27, Fiorentina 25, Siena 22, Cagliari 20, Novara 20, Juventus 19, Sampdoria 13, Pro Vercelli 12, Spezia 12, Grosseto 11, Livorno 6.

GIOVANISSIMI NAZIONALI (GIRONE E): PRATO-FIORENTINA 1-0
PRATO: Niccolai, Biagiotti, Brusa, Tarantino, Cangioli, Benvenuti, Bardazzi, Palli, Nardi, Toccafondi, Mangani. A disp.: Del Favero, Barontini, Berlincioni, Campinoti, Marseglia, Magnolfi, Sordi, Martino. All.: Rubicini
FIORENTINA: Grossi, Tofanari, Barsotti, Kouadio, Bellandi, Benedetti, Buccella, Degl’Innocenti, Akammadu, Trovato, Caso. A disp.: Toffoletti, Raffaeta, Segreto, Mosti, Beruatto, Saccardi, Innocenti, Faye, Sagnini. All.: Mazzantini
ARBITRO: Laici di Valdarno
RETE: 15’ Bardazzi

È il Prato ad aggiudicarsi un derby combattuto e in bilico. Al quarto d’ora l’episodio che decide la partita. Nardi si conquista un calcio di punizione sui venticinque metri, della cui esecuzione se ne incarica Toccafondi, che calcia mettendo in difficoltà Grossi il quale non trattiene la sfera consentendo a Bardazzi di ribadire in rete. I viola vogliono subito rimettere in piedi la partita, ma non riescono a creare grossi problemi a Niccolai. Nella ripresa i lanieri pensano a proteggere il prezioso vantaggio lasciando l’iniziativa del gioco ai gigliati, che tuttavia non riescono a rendersi pericolosi se non su palla inattiva. Al 25’ Akammadu sugli sviluppi di un corner colpisce di testa, ma il pallone sbatte sulla traversa e poi viene allontanato da un difensore. Quando la partita sembrava avviarsi alla conclusione, Biagiotti stende in area un attaccante viola: per l’arbitro è calcio di rigore. Sul dischetto va Akammadu che calcia rasoterra angolato, ma Niccolai ha i riflessi pronti e salva porta e risultato. Comincia male il girone di ritorno per la Fiorentina, che mantiene la testa della classifica e già dalla prossima giornata può tornare a vincere contro il Pontedera.

Classifica (13° giornata): Fiorentina 34, Empoli 33, Spezia 31, Siena 28, Livorno 27, Prato 25, Grosseto 24, Carrarese 22, Poggibonsi 15, Pisa 11, Pontedera 8, Gavorrano 7, Borgo a Buggiano 3, Viareggio 0.

Nessun commento:

Posta un commento

Cantera Social