Fiorentina e Napoli si spartiscono la posta

. . Nessun commento:
Nel lunch match della seconda giornata di ritorno si affrontano Fiorentina e Napoli. I viola, ancora privi di Pizarro, sono alla ricerca dei primi punti nel 2013 e si schierano con il consueto 3-5-2, in cui a centrocampo Aquilani fa le veci del cileno in cabina di regia e Romulo prende posto sul centrodestra; in difesa rientra Roncaglia dopo un paio di panchine, confermati Neto tra i pali e Toni al fianco di Jovetic in attacco. Nel Napoli rientrano dalle squalifiche Grava e Cannavaro, che tuttavia si siedono in panchina, con Gamberini, Britos e Campagnaro a comporre il terzetto difensivo; il resto della formazione è quella ipotizzata alla viglia, con Hamsik e Pandev fonti ispiratrici di Cavani.

(foto Federico De Luca)
Ritmi medi e gioco fisico nella prima parte di gara, in cui fioccano cartellini gialli e calci di punizione. A provarci per primo è il Napoli con Cavani che verticalizza per Pandev, su cui chiude bene Neto in uscita. Rispondono i gigliati con un tiro dalla distanza di Romulo, a cui mancano convinzione e precisione per fare male a De Sanctis. Inler, cervello di centrocampo azzurro, innesca bene Hamsik sulla sinistra, ma un ottimo Savic chiude e fa ripartire l’azione; il montenegrino è stato uno dei migliori in campo oggi, disputando una partita attenta e senza sbavature. Alla mezzora Pasqual manda a lato di poco un calcio di punizione, poi poco dopo in modo molto casuale si sblocca il risultato. Lancio da centrocampo di Roncaglia a cercare la testa di Toni in area, De Sanctis valuta male la traiettoria e, dopo essersi scontrato con Britos, viene scavalcato dalla sfera. Da cinquantacinque metri il difensore argentino porta in vantaggio i viola, approfittando di una topica colossale dell’estremo difensore avversario e portando a tre reti il bottino personale in campionato. Il Napoli cerca di rialzarsi immediatamente con Cavani, che però trova un attento Neto sulla propria strada pronto a stopparlo in uscita. A cinque minuti dall’intervallo l’uruguaiano riesce a riportare il risultato in parità deviando in rete di testa un calcio di punizione dalla sinistra, della cui esecuzione se n’era incaricato Hamsik. Cerca subito il nuovo vantaggio la Fiorentina con l’iniziativa di Cuadrado, bravo a crossare al centro per Toni, impreciso al momento della conclusione e quindi la sfera esce alta.

Il secondo tempo inizia con la mancata espulsione di Behrami, che stende Cuadrado e non riceve il secondo sacrosanto cartellino giallo. A togliere dal campo lo svizzero ci pensa Mazzarri qualche minuto più tardi, quando lo sostituisce con il connazionale Dzemaili. I partenopei sembrano essere rientrati dagli spogliatoi con un piglio diverso e con il solito Cavani impegnano Neto, bravo a parare in due tempi. I padroni di casa rispondono con un’azione elaborata che porta al tiro Aquilani, il cui rasoterra esce a lato. L’infortunio di Gamberini è l’occasione buona per Mazzarri di sbilanciare in avanti la squadra, poiché con l’ingresso in campo di Insigne passa ad un 4-2-3-1 molto offensivo. La Fiorentina comincia a risentire dei centoventi minuti giocati in Coppa Italia e progressivamente lascia campo e gioco agli avversari, che nel quarto d’ora finale vanno vicinissimi al secondo gol. Cross dalla destra, Pandev in area schiaccia di testa ma un riflesso felino di Neto gli chiude la porta e spegne i sogni di gloria. Nei minuti finali si riaccendono i viola e nell’ultimo minuto dei quattro minuti di recupero sfiorano il colpo del k.o. con Aquilani, che però al momento della conclusione spreca mandando alto da posizione invitante.


Il tabellino: FIORENTINA-NAPOLI 1-1
FIORENTINA (3-5-2): Neto; Savic, Rodriguez, Roncaglia; Cuadrado, Romulo (75’ Migliaccio), Aquilani, Borja Valero, Pasqual (81’ Tomovic); Jovetic, Toni (84’ Ljajic). A disp.: Viviano, Pizarro, Lupatelli, Seferovic, Llama, Capezzi, Camporese. All.: Montella
NAPOLI (3-5-2): De Sanctis; Gamberini (69’ Insigne), Britos, Campagnaro; Maggio, Behrami (54’ Dzemaili), Hamsik, Inler, Zuniga; Pandev, Cavani. A disp.: Rosati, Grava, Uvini, Donadel, Calaiò, El Kaddouri, Mesto, Fernandez, Armero, Cannavaro. All.: Mazzarri
ARBITRO: Bergonzi di Genova
RETI: 32’ Roncaglia, 41’ Cavani
NOTE: ammoniti Behrami, Gamberini, Toni, Inler, Savic, Rodriguez; recuperi 1’ pt e 4’ st.

Nessun commento:

Posta un commento

Cantera Social