La Fiorentina ritrova Jovetic e la vittoria

. . Nessun commento:
Al Franchi di Firenze si affrontano Fiorentina e Parma, due squadre in cerca di riscatto. I viola, senza vittorie da inizio anno, confermano modulo e ritrovano due pedine importanti: Viviano in porta, al rientro dopo otto panchine consecutive, e Pizarro in cabina di regia. In attacco è Toni ad affiancare Jovetic, mentre in difesa è confermato l’argentino Roncaglia; in panchina i due nuovi acquisti Compper e Wolski. La formazione emiliana, invece, vuole il riscatto dopo lo stop interno della scorsa settimana contro il Napoli; Donadoni conferma modulo e uomini, puntando tutto sul giovane tridente composto da Biabiany, Belfodil e Sansone.

©Foto di Federico De Luca
Padroni di casa in forte pressing fin dalle prime battute, decisi a schiacciare gli avversari nella loro metà campo. Il primo tiro in porta, però, è di Lucarelli, il cui colpo di testa è parato senza problemi da Viviano. La Fiorentina cala leggermente consentendo al Parma di crescere e colpire in contropiede con il velocista Biabiany, mina vagante sulla destra e cliente decisamente scomodo per Savic, che se lo lascia scappare consentendogli di crossare per Belfodil, ma Viviano si oppone alla grande deviando in calcio d’angolo. Il difensore montenegrino si rifà poco dopo impegnando di testa Mirante, bravo a respingere. Ci prova Sansone, lontano parente del folletto che ha fatto impazzire Juventus e Inter, ma il suo tiro esce a lato. Al ventisettesimo la Fiorentina sblocca il risultato. Pizarro allarga il compasso servendo sulla destra Cuadrado, che pennella al centro un traversone perfetto per Toni, il quale sovrasta Paletta nel confronto aereo e insacca alle spalle di Mirante con l’aiuto del palo. La reazione del Parma si palesa nei tentativi di Sansone, tiro respinto, e Belfodil, a lato. Le squadre vanno così al riposo con i viola in vantaggio di una lunghezza.

Dagli spogliatoi esce una Fiorentina determinata a chiudere la partita e ci riesce al primo affondo. Cross di Pasqual dalla fascia sinistra, Migliaccio si traveste da assist-man e di testa serve Jovetic, che da pochi passi depone la palla in rete. I viola potrebbero mettere a segno il colpo di grazia con Cuadrado, che taglia il campo in slalom speciale arrivando alla conclusione, ma il suo diagonale esce di pochissimo alla destra di Mirante. Prova a rimettere la partita sui binari giusti Donadoni ed inserisce Coda e Amauri passando ad un 3-5-2, in cui l’italoargentino e Sansone rappresentano i terminali offensivi. Poco dopo l’ora di gioco Toni segnerebbe il 3-0, ma l’arbitro annulla giustamente per posizione di fuorigioco. La girandola di sostituzioni porta all’esordio di Larrondo in maglia viola; l’uomo più pericoloso, però. è ancora Cuadrado, che dalla distanza impegna severamente Mirante, costretto alla deviazione in corner. Nel finale il subentrato El Hamdaoui, appena ritornato dalla Coppa d’Africa, cerca senza successo la porta. La partita finisce così 2-0 e la Fiorentina può tornare a festeggiare la vittoria dopo più di un mese; per il Parma, invece, arriva la seconda sconfitta consecutiva.

Il tabellino: FIORENTINA-PARMA 2-0
FIORENTINA (3-5-2): Viviano; Roncaglia, Rodriguez, Savic; Cuadrado, Migliaccio, Pizarro, Borja Valero (87’ Llama), Pasqual; Jovetic (71’ El Hamdaoui), Toni (79’ Larrondo). All.: Montella
PARMA (4-3-3): Mirante; Rosi (57’ Coda), Lucarelli, Paletta, Gobbi; Marchionni, Valdes (66’ Mariga), Parolo; Biabiany, Belfodil (57’ Amauri), Sansone. All.: Donadoni
ARBITRO: Russo di Nola
RETI: 27’ Toni, 50’ Jovetic
NOTE: ammoniti Rosi, Sansone, Migliaccio, Marchionni; recuperi 1’ pt e 4’ st.

Nessun commento:

Posta un commento

Cantera Social