Torneo di Viareggio 2013: la Fiorentina demolisce per 8-2 i danesi del B93 Copenaghen

. . Nessun commento:
Esordio vincente per la Fiorentina Primavera, che ribalta lo svantaggio iniziale distruggendo per 8-2 i danesi del B 93 Copenaghen. Sul sintetico del Galluzzo, il tecnico dei viola Semplici conferma la formazione che è stata sconfitta nello scorso weekend dalla Juventus, con le due eccezioni di Capezzi e Bernardeschi, nuovamente a disposizione e subito titolari al posto di Fossati e Gondo. I danesi, invece, si presentano con una formazione molto fisica e composta perlopiù da ragazzi nati nel 1994/95, ma ciò che salta all'occhio sono le maglie, tutte con sponsor diverso. Tante personalità presenti in tribuna: Giancarlo Antognoni, l'a.d. Sandro Mencucci, il club manager Vincenzo Guerini, il responsabile del settore giovanile Vincenzo Vergine e Nicola Caccia, collaboratore dello staff di Montella e attento scrutatore delle gesta dei baby gigliati.

(fiorentina.it)
Avvio shock per la Fiorentina, che dopo otto minuti si ritrova già a dover inseguire a causa del gol dalla lunga di distanza di Mehmeti, la cui conclusione rimbalza davanti a Lezzerini beffandolo. Bernardeschi sfiora l'immediato pareggio di testa, poi Venuti calcia a lato dalla distanza. Danesi ancora molto pericolosi con Drost, che va in contropiede sulla sinistra e tenta il diagonale vincente, fuori di poco. Al terzo tiro in porta il B93 raddoppia. Mehmeti in pressione costringe Bangu all'errore e serve con un filtrante Mikkel, il quale controlla e sceglie uno splendido pallonetto per superare Lezzerini in uscita. Sotto di due reti la Fiorentina reagisce e in tre minuti riagguanta il pareggio. Ad accorciare le distanze ci pensa Bernardeschi risolvendo in rete una mischia a centro area, poi è capitan Empereur a pareggiare con un colpo di testa su calcio d'angolo. Crescono i viola e sfiorano il terzo gol con Capezzi, tiro alto, e Bernardeschi, punizione alta, prima di riuscire nell'intento con Zohore, che deve solo appoggiare in rete l'assist di uno scatenato Bernardeschi. All'intervallo quindi Fiorentina si ritrova avanti per 3-2 dopo lo spavento iniziale.

Il secondo tempo è tutto in discesa per la squadra di Semplici. Dopo soli sette minuti Bernardeschi cala il poker con una bella volée in area su rinvio corto di un difensore. Zohore e Gulin sprecano azioni interessanti; successivamente, sugli sviluppi di un corner Madrigali segna di testa il quinto gol. Sempre Zohore sfiora la rete della doppietta personale, però prima il portiere respinge, poi indirizza alto di testa. Il B93 torna a farsi vedere in attacco con la conclusione parata di Drost. Nel finale, prima della sostituzione con conseguente standing ovation, Bernardeschi brucia Svensson sulla destra, rientra sul piede preferito e fa secco Bruhn per la terza volta. L'arbitro Sprezzola concede quattro minuti di recupero, abbastanza per i centri dei subentrati Fossati, su calcio di rigore conquistato da Gondo, e dello stesso attaccante ivoriano, che segna di testa su corner. Otto reti per iniziare nel modo migliore il torneo, anche se nel dopogara mister Semplici ha detto senza mezzi termini di non aver gradito l'approccio iniziale. Il prossimo impegno dei viola sarà giovedì 14 contro il Padova, match in programma alle 15 al "Turri" di Scandicci.

FIORENTINA-B 93 COPENAGHEN 8-2
FIORENTINA (4-3-3): Lezzerini; Venuti, Madrigali, Empereur, Ashong; Costanzo (64' Fossati), Capezzi (70' Rosa Gastaldo), Bangu (80' Da Silva); Gulin (66' Gondo), Zohore, Bernardeschi (87' Everton). All.: Leonardo Semplici
B 93 COPENAGHEN (4-4-2): Bruhn; Oslen, Mehmeti (83' Mads), Ubbesen, Svensson; Rusmessen, Hansen (27' Hamburger), Junge (59' Nicolaisen), Nielsen; Mikkel (63' Johanson), Drost. All.: Hiortikia
ARBITRO: Sprezzola di Mestre
RETI: 8' Mehmeti (C), 18' Mikkel (C), 20' Bernardeschi (F), 22' Empereur (F), 42' Zohore (F), 52' Bernardeschi (F), 62' Madrigali (F), 85' Bernardeschi (F), 90+2' Fossati rig. (F), 90+4' Gondo (F)

PAGELLE
Lezzerini 6: beffato dal rimbalzo sul primo gol, incolpevole sul secondo, poi ordinaria amministrazione.
Venuti 6,5: spina nel fianco per la difesa danese, dalla sua rimessa laterale nasce il quarto gol viola.
Madrigali 6,5: gara senza sbavature e la soddisfazione del gol.
Empereur 6,5: come il compagno di reparto non commette errori e firma la rete del momentaneo pareggio.
Ashong 6: meno brillante del solito, dà comunque il proprio contributo.
Costanzo 6,5: è in giornata, presenza costante nella propria zona di competenza. (dal 64' Fossati 6: si cala subito in cabina di regia, "ruba" il rigore a Gondo e gli rende il favore mandandolo in gol).
Capezzi 6,5: mente della squadra, detta i ritmi e sfiora anche il gol. (dal 70' Rosa Gastaldo 6: ventina di minuti utili per ritornare a contatto con il campo dopo l'infortunio).
Bangu 6: alterna giocate illuminanti ad errori banali, anche in zona gol. (dal 80' Da Silva sv).
Gulin 6: fatica a trovare spazi e palloni giocabili contro i più fisici danesi. (dal 66' Gondo 6,5: subentra a partita in cassaforte e si toglie lo sfizio del gol).
Zohore 6: attacca a tutto campo, sfida nell'uno contro uno i connazionali uscendone il più delle volte vincitore, segna un gol ma ne sbaglia almeno un altro paio.
Bernardeschi 7,5: una tripletta d'autore per ribadire ancora una volta il suo talento. (dal 87' Everton sv).

Nessun commento:

Posta un commento

Cantera Social